Archivi

Mundo è un farmaco immersivo

UOMO

Rossana rossa Rossana rosa

di fronte a me resta silenziosa

mi osserva pensosa

ma senza vedermi

mi resta attaccata

non osa incontrarmi

perché troppo sposata

tra gli umani di carne

Muliaina Rossana tranquilla e ordinata

vestita ogni giorno  di nuovo

a un tratto mi parla di donne e del gioco

che fanno in piazzetta se mundo è distratto.

mi parla di donne di figli e lavoro

di un sogno che qui non si è frantumato

di un fiore di pixel che le han regalato

per metterlo sopra a un pensiero malato.

DONNA

Sono un’avatar figadilegno

se a te basta il mio sorriso fai un cenno

ti racconto che lavo le lenzuola

ma poi contro luce ci resta l’alone

lui sempre lo nega

ma non sono  balle

che l’uomo più invecchia più s’ingrassa la pelle

Ma Hamingia ti dirà che dentro me

potrò sentire qualcosa che ora non c’è

se darò retta a suor mescalina

tornerà dentro me quell’euforia bambina

e un volo di gabbiani

e i miei 15 anni

e indosserò di nuovo i miei veri panni

Sono un’avatar figadilegno

se a te basta il mio sorriso fai un cenno

ti racconto che ho comprato scarpe nuove col tacco

poi alla fine però me le sfilo

e stacco da sotto

la cacca del cane

che ho pestato in strada

per guardare le altane

-ascolta il brano-

Torna alla Macchina

Lascia un Commento