Archivi

IL MUSEO DEI PENSIERI

Gianluca Nicoletti farà da “cicerone” in una visita guidata tra gli “oggetti mentali” abbandonati per la città,

che sono stati intercettati e fotografati da Fabrizio Intonti.

Una performance di parole e fotografie in cui Nicoletti darà voce ai pensieri sparsi delle opere esposte: che cosa pensano i monumenti per le strade di Roma degli umani in transito?

E gli arredi urbani? E i semplici oggetti sui marciapiede o ai lati delle vie?

Il MUSEO DEI PENSIERI

ha un numero incredibile di sale in cui potrebbero essere esposte numerosissime opere. Per necessità di sintesi la visita sarà limitata alle opere tratte da tre sezioni del museo.

SEZIONI DEL MUSEO DEI PENSIERI CHE SARANNO APERTE AL PUBBLICO

1 Incroci metropolitani

In questa sezione saranno mostrati gli scatti di Intonti ispirati agli sms d’amore che i “viaggiatori urbani” si scambiano attraverso le rubriche dei free press. Molti di questi sono rivolti in modo appassionato e fantasioso a qualcuno – un compagno di viaggio occasionale, un volto ignoto e affascinante incrociato per caso, oppure un conoscente che si vuole provocare – con il dichiarato desiderio di dar corpo a un colpo di fulmine incompiuto o a una segreta passione che non si ha il coraggio di manifestare pienamente.

2 Calamite di pensieri

Qui sarà esposta una rassegna di pensieri rimasti attaccati a oggetti quotidiani mentre osservano il passaggio di noi umani. Un telefono pubblico, una macchinetta per foto tessera, un sedile alla fermata dell’autobus, la macchinetta che distribuisce i preservativi… Diventano dei raccoglitori di pensieri al punto tale che hanno imparato loro stessi a pensare.

3 Monumenti impossibili

Qui è esposto il punto di vista di oggetti resi “monumento” dalla consuetudine di visitarli. Quello che pensano di chi li osserva La Bocca della Verità” La Fontana di Trevi, Il foro sulla porta all’ Aventino, tutti  monumenti per acclamazione popolare oltre la loro effettiva testimonianza storica. Appartengono tutti a un’epopea leggendaria cui li attribuisce il passaggio fatale di masse di turisti. Ognuno dei “Monumenti Impossibili” è tale per la ripetitiva riproposizione degli stessi gesti, stessi rituali fotografici, stesse parti anatomiche impegnate nell’attività di contatto.

———————————————————————–

IL MUSEO DEI PENSIERI

“Oggetti mentali abbandonati per la città”

————————

IL MUSEO DEI PENSIERI SARA’ OSPITATO NELLE SALE DEL…

Museo Di Roma In Trastevere

Piazza di Sant’Egidio, 1,

00153 Roma

Tel- 06 581 6563 ‎

QUI VEDI LA MAPPA STREET VIEW

La prima visita al MUSEO DEI PENSIERI avverrà alle ore 21.00

ne seguiranno altre due

rispettivamente alle 22.30 e a mezzanotte.

Alla fine di ogni percorso (mentale) il pubblico sarà invitato a uscire dal museo per fare spazio al gruppo successivo.

————————–

IL MUSEO DEI PENSIERI E’ SOTTO IL PATROCINIO DI:


GIANLUCA NICOLETTI

Giornalista e scrittore, nota voce  della radio italiana. Da anni studia e sperimenta di persona le evoluzioni delle protesi emozionali nelle relazioni tra umani. In questo periodo parla ogni giorno a Radio24 con la rubrica “Melog”. Scrive articoli, saggi e romanzi.

FABRIZIO INTONTI

Autore radio-tv e fotografo; la sua ricerca è indirizzata verso la contaminazione di tecniche e linguaggi (digitale, analogico); nel 2010 ha avuto un riconoscimento internazionale con la “menzione d’onore” agli International Photo Awards (IPA) nella categoria “Professional”

__________________________

IL MUSEO DEI PENSIERI SARA’ APERTO PER LA PRIMA VOLTA AL PUBBLICO IN OCCASIONE DELLA NOTTE  DEI MUSEI CHE SI SVOLGERA’ IN TUTT’ EUROPA

Ingresso gratuito ai musei, aperti dalle ore 20.00 alle 02.00 (ultimo ingresso alle ore 1.00).
Informazioni sulla notte dei musei :
060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00
Organizzazione
La Notte dei Musei è promossa Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e dalla Camera di Commercio di Roma.
Il progetto e il coordinamento sono a cura di Zètema Progetto Cultura.
LEGGI IL TESTO DELLA VISITA GUIDATA
Bookmark and Share