Archivi

Il domani dietro alle spalle

  1. Largo ai giovani. E’ una mortificante risoluzione di saggia economia domestica. Sancisce che ai minorenni occorra sempre acquistare capi di vestiario o calzature ”in crescere”. Un paio di taglie in più del necessario, come  una soletta dentro alle scarpe di due numeri più grandi, permettono straordinarie forme di risparmio familiare, anche se a scapito dell’ autostima dei miseri infagottati. Perché che avevate capito di diverso?
  2. Il mestiere dei genitori…Ma quale mestiere? L’ allevamento artigianale delle personali trappole per la morte non ha segreti professionali trasmettibili ad eventuali apprendisti. La fabbrichetta a conduzione familiare di giovani è ad alto rischio d’ impresa e non ha nessun ammortizzatore sociale. Per questo il 2012 sterminerà solo umani terminali e già oltre la data di scadenza.
  3. La parola sballo indicata come perversione giovanilistica. Solo i vecchi  sballano perché  guardano lo specchio che rilette la decadenza e devono non pensare alla loro vita agli sgoccioli. I cosiddetti giovani che lo faranno ancora quando finirà il mondo erano già nati vecchi. Meriteranno solo compassione per quella drammatica infermità di aver corpi freschi e menti avvizzite.
  4. I ragazzi a rischio. A rischiare siamo noi che li abbiamo allevati. La modernità pre catastrofe si è consumata per decenni a classificare categorie cosiddette rischiose in cui potevano essere incasellati i frutti benedetti dell’ amore dei legittimi genitori. .La colpa alla fine era sempre della società che è anonima e impersonale. I più avanzati nell’ analisi asserirono gli ultimi giorni del pianeta: “I giovani hanno comportamenti antisociali? Usiamoli come nostre guardie del corpo invece di accanirci a farne delle nostre copie socialmente corrette!” Però oramai era troppo tardi per cambiare la tendenza…
  5. GnRH, sigla di Gonadotropine-Realeasing Hormone. E’ l’ormone prodotto dall’ ipotalamo che controlla l’ ipofisi e la stimola a produrre gonadotropine. Evocatelo come responsabile dell’ esistenza del  giovane figlio che impugna il vostro diritto di esercitare su di lui la patria potestà. Come ultima spiaggia usate la formula risolutiva: “Taci tu, oh spremuta del mio GnRH!!!”
  6. Il domani ci appartiene! Era una canzone molto nota perché cantata dai giovani dell’Hitlerjugend.nel film “Cabaret” (n.b. questo era anche  lo slogan che accese quel grande moto rivoluzionario così detto del “secondo 68”. Iniziò con una giocosa manifestazione la notte del 20/12/2012. Non ebbe molto tempo per far parlare di sé).
  7. Le persone dall’ aspetto giovanile. Traditori della loro classe anagrafica. Si aggireranno fino alla fine del mondo controllando nelle vetrine la loro figura inattaccabile dalle insidie del tempo. Sono stati sempre guardati dai giovani con senso di grottesca commiserazione. I coetanei, con aspetto congruo all’ età, si limitano a conceder loro uno sguardo di tombale fissità, lo stesso per capirsi  della foto di un trapassato che osserva quelli ancora vivi di fronte alla sua lapide.

Lascia un Commento